dividi

Il Laboratorio di Fotografia del Michelangiolo, coordinato dal prof. Nicola Michelassi, si propone di far conoscere la funzione storica, culturale, artistica e tecnica della fotografia del passato e del presente; di far praticare i fondamenti della stampa fotografica attraverso l'esperienza della camera oscura e con la collaborazione del Laboratorio professionale Fotomorgana (con cui è in atto una convenzione); di far intraprendere ai partecipanti progetti artistici o di reportage, individuali o di gruppo, finalizzati all'allestimento di una mostra collettiva da esporre a fine anno scolastico; di far conoscere i fondamenti della narrazione per immagini e degli aspetti fotografici del cinema, con la frequentazione del cineforum della scuola. Per gli allievi di terza e di quarta, la frequentazione del laboratorio è valido anche come percorso di alternanza scuola-lavoro.

PROGRAMMA DEL PRIMO ANNO

- Introduzione alla fotografia. I grandi autori: i reportage di guerra del Novecento (Capa etc.), la fotografia umanistica francese (Cartier-Bresson etc.), i grandi paesaggisti (Adams etc.).

- Storia tecnica della fotografia. Creazione in laboratorio di una camera stenopeica.

- Manipolazione di materiale fotografico: macchine fotografiche antiche e moderne, pellicole, carta da stampa, esposimetri, ingranditori. Fotografia analogica e digitale.

- Esercitazioni pratiche di esposizione in ripresa: uscite fotografiche.

- Lo scatto: esposizione in fase di ripresa (sensibilità ISO, tempi, diaframmi, concetto di “stop”), profondità di campo, messa a fuoco.

- Lo sviluppo. Relazione fra esposizione (le ombre) e sviluppo (le luci). Sviluppare le pellicole.

- La stampa. Organizzare una camera oscura. Funzionamento di un ingranditore. Giocare con la luce: i rayogrammi. I provini a contatto, ovvero: selezionare le nostre fotografie per la stampa. I provini scalari; la scelta dell'esposizione e del contrasto. Mascherature e bruciature locali. Le diverse carte da stampa; la carta multigrade; la carta politenata; la carta baritata; le diverse finiture (lucida, satinata, perla etc.).

- Come funziona un laboratorio fotografico professionale.

- Definizione dei progetti individuali dei partecipanti, artistici o di reportage, da portare avanti con l'obiettivo di realizzare mostre collettive a fine anno scolastico con una selezione del lavoro svolto.

PROGRAMMA DEL SECONDO ANNO

-Uso degli esposimetri esterni. L’esposizione spot e il sistema zonale.

-Metodi di archiviazione professionale.

-Prevelatura in stampa.

-Bracketing in ripresa.

-Diverse tipologie di sviluppo per le pellicole.

-Panorama delle pellicole professionali odierne.

-Sollevamento manuale specchio e uso del cavalletto e del cavo flessibile.

- Uso della sbianca locale in stampa.

-La carta baritata. Caratteristiche e uso.

-Le macchine per medio formato.

-Le diapositive.

-Mascherature e bruciature con contrasti diversi.

-Uso del polarizzatore.

.Fotoritocco analogico e spuntinatura.

-Parti dell’ingranditore e diverse tipologie di macchine da stampa.


 

 logo repubblica italiana Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca 

Liceo Classico Statale Michelangiolo
Via della Colonna 9/11  - 50121 Firenze - Tel. 055.24.78.151

MAIL: FIPC04000N@pec.istruzione.it   FIPC04000N@istruzione.it